4° Trofeo solidarietà e amicizia

REPORTAGE DAL LAGO OMODEO -ORISTANO-
4° TROFEO ” NOI AMICI DELLA PESCA PER LA
SCLEROSI MULTIPLA”
Il 18 ottobre C.A. , tutto il direttivo dell’Associazione è sbarcato in Sardegna, terra bellissima e amatissima a cui noi siamo legatissimi, manca all’appello solo Ciccio Famà, che nn ha potuto presenziare, lui sempre presente, per motivi di lavoro. Sicuramente ci è mancato moltissimo, ma siamo solo dei volontari, e prima di questa nobile causa, vengono sempre, prima, famiglia e lavoro. Fatta questa breve parentesi, a Cagliari,aeroporto Elmas, ci ritroviamo, io, Rocco Scarcella, Roberto Guidi ed il ns vice presidente Luciano Mereu. Breve spuntino e partenza per Nuoro, dove ci aspettano Alessandra Mureddu, Paolo Loi, Agostino Murgia, Sebastiano Sedda e Giovanni Gabizzosu. Ci troviamo tutti all’albergo Funtana e Donne ” Ottana” , abbracci, baci, 2 chiacchiere, ma il tempo è tiranno, già. Paolo, Rocco, Luciano, Roberto ed io, andiamo ad ispezionare il campo gara, tutto OK, ma c’è sempre un ma, vestito da imprevisto, siamo riusciti ad impantanarci con la Jeep di Paolo, ma niente panico siamo sardi. Il buio sopragiungeva, il cielo era di uno stellato incredibile, e noi eravamo li , in mezzo al nulla e senza speranza. Però è bastata una telefonata, e di li a poco, quel nulla si è popolato, in ns soccorso, Stefano Lai, presidente Acque interne Nuoro, Marco Mura, campione uscente regionale colpo, Marco Ziulu che ha portato dei suoi amici con un mega trattore, e nel frattempo, magicamente,a soccorso dei dispersi, è apparso del filu ferro (acqua vite tipica sarda ) e della birra, e che la festa abbia inizio. Ragazzi, risate a go go, incredibili sardi, incredibili davvero. Anche questa è solidarità, bellissima sensazione di benevolenza. Comunque siamo riusciti a tornare in albergo, e tutto è bene ciò che finisce bene. Un lungo riposo ci attende. La mattina di venerdì sveglia presto, si và verso Siniscola, mare , La Caletta, porto, e qui la cosa è veramente emozionante, un nutrito gruppo di ragazzi della Lenza Paradiso di Casalromano -MN- capitanati dal loro presidente e amico, Alfeo Zoni, coadiuvato dal grande Enrico Bonzio ( un nome, una garanzia) ed il responsabile della Nazionale Under 15, l’amico fraterno Andrea Vitelli, direttamente da Monsummano Terme -PT- , sono arrivati dal continente, pre prendere parte al ns 4° Trofeo di solidarietà. Immensi ragazzi, siamo fieri di averli ospitati e di aver onorato la loro presenza con una calda accoglienza. Anche qui tantissimi saluti, abbracci e scambi di battute, ma siamo un popolo di pescatori e quindi, sfoderiamo le canne e subito le lenze a mollo. E a chi la prima allamata? Manco a dirlo, Enrico Bonzio, non per niente capitano di lungo corso nelle varie Nazionali. E’ una festa generale, le abboccate e le catture si susseguono per tutti, anche per ragazzi che in mare non avevano mai pescato. Noi del direttivo siamo strafelici nel vedere questi ragazzi ( qualcuno anche un pò attempato ) godersi questa bellissima giornata di sole. Purtroppo il tempo scorre inesorabilmente, e dobbiamo fare rientro a Nuoro, dove siamo tutti ospiti a cena,dell’immenso Paolo loi e Alessandra Mureddu, Alfeo Zomi e Co. pensavano ad un certo punto di essere in un ristorante a 5 stelle, per come tutto era curato nei minimi dettagli. Non avevano torto, 34 commensali seduti a mangiare prelibatezze sarde preparate e cucinate con maestria da Paolo e Alessandra ( giuro erano solo loro 2 in cucina ), hanno onorato la ns tavola anche Domenico Milillo e signora, Presidente FIPSAS sez Nuoro, Stefano Lai Presidente Acque interne Nuoro ed infine Raffaele Guria anch’esso con la sua signora, vice presidente Acque interne Nuoro, e titolare del negozio di pesca e ns sponsor ” Dimensione Pesca Nuoro ” . Serata bellissima e di aggregazione e amicizia, allietata dal ns istrione e fratello Rocco Scarcella ( grande intrattenitore ). Finiamo tardissimo, ma felici e contenti, e nn facciamo in tempo a mettere la testa sul cuscino, che il trillio della sveglia, ci desta. Lavati e vestiti , tutti sul campo gara, giornata spettacolare, sole e 31 gradi, altro che autunno, e mentre la Lenza Paradiso con Andrea Vitelli, provano le varie tipologia di pesca, il buon Paolo ( Loi ) apre il bagagliaio della sua Jeep, e magicamente spuntano vettovaglie e cibo. Avreste dovuto vedere la faccia dei ragazzi, meravigliati e non pronti a questo tipo di accoglienza, vabbè poco importa, dai che è pronto da mangiare, il tutto annacquato da del buonissimo cannonao, minimo 14 gradi, e sotto il sole cocente, immaginate il resto. Ci si riaccinge a riprendere le canne in mano, fermi tutti, il caffè? E certo che si, moka, fornello a gas, et voilà, bollente, scuro e buonissimo, meglio di così. Arriviamo a sera, si riunisce il direttivo per gli ultimi accorgimenti sulla gara di domenica, 58 coppie a tecnica libera, un bel successo di presenze. Si ritorna a letto, e la sveglia suona di nuovo, è un giorno particolare per me, sono iscritto anche io in coppia con il ns socio Agostino Murgia, arriva il sorteggio e quando il giudice mi consegna il foglio, con il settore ed il n del picchetto, a stento ho trattenuto le lacrime, dal mio ultimo sorteggio e quindi ultima gara, sono passati ben 25 anni, una vita, e l’emozione prevaricava su tutto. Ma nn c’è tempo di lasciare spazio ai pensieri, mi accompagnano al picchetto, piazzo la mia sedia a rotelle, e Agostino si sistema alla mia sinistra. Si ode il suono della tromba, via tutti con le lenze in acqua, ognuno con la sua tecnica. Il ns settore risulta, se nn sbaglio, il più pescoso, dopo 3 ore e mezzo di gara, si va alla pesa, ed iniziano gli sfottò, nn sappiamo i risultati degli altri, ma siamo tutti felici, alla fine anche chi nn ha pescato nulla, con zero catture, era felice nell’animo, per aver partecipato a questo Trofeo di solidarietà ( il 2° in Sardegna) e non per primeggiare , com’è giusto che sia, ma per dare il proprio contributo alla ns causa, Ricerca & Aiuto . Bene, ritirata su tutta l’attrezzatura, tutti insieme ci dirigiamo al ristorante dell’albergo dove alloggiamo, per dare inizio al pranzo dell’Associazione. Menù fantastico, dopo si inizia con la premiazione, e c’è un regalo per tutti, c’è la lotteria, e questa volta anche noi come Associazione, facciamo una donazione, ci sembra giusto contribuire con la FIPSAS sez Nuoro, alla realizzazione di un piccolo ponte al lago Omodeo, per unire due tratti di terra divisi da un ruscello, e dove le macchine spesso e volentieri si impantanavano, ed aiutare la famiglia di Desirè, che vive a Capua -CE- la quale stà raccogliendo fondi per effettuare delle visite specialistiche a Barcellona, siamo stati interpellati, e noi siamo ben lieti di dare il nostro contributo, perchè questo facciamo, perchè questa è la nostra missione. Però come tutte le cose belle, finiscono, ed il martedi, facciamo, con il magone dentro, rientro in continente, ognuno nella propria destinazione. So many thanks Sardegna. We love Sardegna.
L’occasione ci è gradita per ringraziare Alessandro Scarponi e la redazione di Pesca In, la Lenza Paradiso , la Lomcer Montecatinese, la Sanyleg, Delizie della Sardegna, Gioielleria Ticca Nuoro, Regione Autonoma della Sardegna, La società Cagliari Calcio e Paolo Mureddu per le maglie autografate dei calciatori
Gli sponsor Tecnici : Tubertini, Colmic, Trabucco, GM Fishing di G. Mainardi e Oltremare Nuoro di R. Guria, ed infine un grazie particolare alla sez FIPSAS di Nuoro.
E poi Voi, Luciano, Alessandra, Paolo, Sebastiano, Raffaele, Giovanni ed Agostino, grazie per la vs immensa ospitalità e per il grande cuore che vi contradistingue.
Rocco, Roberto, Ciccio, Piergiorgio, grazie anche a Voi, che riuscite a sopportarmi, e grazie per il vostro impegno, Grazie a questa bellissima famiglia.

Report dalla Sardegna by Fabrizio Fracassi

 

https://www.facebook.com/noiamicidellapesca/

Edoardo Bennato in concerto

 Il 18 novembre nel teatro di Mantova, Edoardo Bennato , terrà un concerto, ed una parte dell’incasso, verrà devoluta alla ns Associazione. Che dire?  Solo Grazie Edoardo 

Inside Out Agency ha condiviso il suo evento.
 Pronti a salpare??

E ricordatevi che se verrete al concerto non solo ascolterete il bravissimo Edoardo Bennato ma farete anche una buona azione perché ogni biglietto venduto 1 euro verrà devoluto all’associazione Noi,AMICI DELLA PESCA Per la Sclerosi Multipla ONLUSwww.amicisclerosimultipla.org

NOV18

METTI UN GIORNO AI LAGHI MELLA , CON LA SOLIDARIETA’

  METTI UN GIORNO AI LAGHI MELLA , CON LA SOLIDARIETA’                             

 

Arriviamo molto presto a Poncarale –BS- , io ( Fracassi Fabrizio ) Ciccio Famà e Rocco Scarcella,  c’è una fitta nebbia,è umido, ma siamo felici perché andiamo a trovare degli amici, quegli amici con la A maiuscola. Vi domanderete cosa ci facciamo a Poncarale, 5 novembre di sabato, con nebbia annessi e connessi? Gli amici, hanno organizzato un evento di beneficenza e solidarietà per la ns Associazione, domenica 6 novembre ai laghi Mella, proprio qui a Poncarale, per questo siamo venuti , per riabbracciare amici a cui vogliamo un mondo di bene,Enrico Bonzio,  Roberto Agnelli, Paolo Naccari, Luigi Lamperti e Pietro, il simpaticissimo gestore del ristorante interno ai laghi. Loro sono gli organizzatori dell’evento di pesca e solidarietà che si svolgerà domenica 6. Arrivati ai laghi, ricca colazione, abbracci e baci, pacche sulle spalle e tantissime battute, ci sentiamo stranamente a casa, anche se c’e  una mescolanza di accenti diversi, ma non ci si fa caso, ci capiamo benissimo. Bene, dopo tutti i cerimoniali di accoglienza, Ciccio rompe gli indugi, vuole andare a pescare, il Paolo lo prende in parola e partono in macchina per andare a prendere delle attrezzature, nel frattempo che aspettiamo, io e Rocco, ci fermiamo a dialogare con un mito, Enrico Bonzio, che con la sua sigaretta trà le dita, ci racconta un po’ di spaccati della sua vita, e ricordiamo insieme anche tempi molto lontani, ma è bello sentire il vecchio saggio,vedere  il suo viso attraversato dalle rughe , che ci dicono che è un uomo vissuto, un uomo che ha anche sofferto, un uomo con gli occhi buoni un uomo che ha fatto un pezzo di storia dell’Italia pescaiola. Già l’Italia della pesca che non c’è più. Comunque dopo l’ottimo pranzo consumato da Pietro, e smessa la pioggerellina, ci accingiamo a fare quello che ci piace, pescare, incominciano a tirare fuori le canne, da inglese, fisse, da feeder, ognuno fa la sua pescata. Incominciano ad intravedersi i primi persici, anche belli a pezzatura, un paio di cavedani,qualche cardon e poi la pastura fa il suo lavoro, certo abbiamo quì l’esperto di pasture, chi meglio di lui? Mr Pan&Company ovvero Roberto Agnelli titolare dell’azienda. Si allamano le prime belle carpe, poi esce un bel gatto, e poi sbam, arrivano loro le big, tutta roba sopra i 5 kg, divertimento allo stato puro e ancor più bello quando ridai loro la libertà,fantastico. Io personalmente ho chiesto di fare un paio di lanci con l’inglese, volevo testare questo nuovo attrezzo di Ciccio, che leggendo una recensione di Luciano Mereu, mi aveva incuriosito,non sto qui a rielencare tutti i pregi di questa canna, perché ne ho constatato personalmente il valore con una bella regina da quasi 10 kg che tirava come un treno, basti pensare che sto in sedia a rotelle, ma difficoltà zero, la canna ha lavorato magnificamente, ma il gesto più bello è stato vedere Enrico Bonzio che mi guadinava la carpa, grande capitano. Però con il sopraggiungere dell’imbrunire, incominciamo a rifare su gli attrezzi e tra una chiacchiera ed un’altra ancora, ci mettiamo seduti a tavola per la cena offerta da Pietro e Nadia, i titolari del ristorante ai Mella. Bellissima serata in un contesto gradevole ma soprattutto con gli Amici, che ci fanno sentire a casa, che ci omaggiano della loro presenza, ci sentiamo felici, e dico questo perché, senza offesa per nessuno, il popolo bresciano è un po’ chiuso, da poca confidenza, è schivo, ma mi sono ricreduto positivamente, dalla prima volta che ho conosciuto questi ragazzi, allegri, scanzonati, cordiali. Potreste mai immaginare un bresciano ed un calabrese in macchina che se la ridono come matti? No? Invece si amici miei,Paolo bresciano doc purosangue e Ciccio altrettanto purosangue, ma calabrese, si divertivano come matti, tra battute e sfottò. Questa è la pesca signori, accomuna e unisce l’impensabile, questa è la foto che ci piacerebbe vedere sempre e comunque. Detto questo, arriva la mattina della gara, alle 06,30 il parcheggio dei Mella sembra la strada di un mercato, c’è un vociferare da tutte le parti, sono arrivati i garisti, e anche qualche curioso  spettatore, ricca colazione e via ai sorteggi. Ognuno comincia con la propria auto a portarsi nelle postazione del proprio picchetto, la gara è a tecnica libera, quindi colpo con roubasienne, feeder, e colpo all’inglese. Abbiamo due laghi su tre a disposizione, che spettacolo, anche la nebbia che fa da contorno, ha voluto omaggiarci. Sirena, pronti via, ogni tanto in mezzo alla nebbia si sente qualcuno che prende in giro qualcun altro, e giù risate corali, tant’è che mi chiedo, ma è una gara? Si lo è per come è stata organizzata, ma non lo è nello spirito di questi pescatori, che sono venuti fino ai Mella, anche da altre province, perché guidati dallo spirito di solidarietà. Quindi noi dell’Associazione “ Noi amici della pesca per la sclerosi multipla”, dobbiamo un immenso ed infinito grazie a questi ragazzi, che sono arrivati per contribuire alla causa che è “ la ricerca “ sulle malattie neurologiche degenerative invalidanti. GRAZIE e ancora GRAZIE……………….          Bene, si arriva alle premiazioni, in un contesto di allegria generale, non ci sono ne vinti e ne vincitori, ma siamo tutti vincenti, Mario Molinari premia i settori feeder ( chi meglio di lui ), Lamperti, Agnelli, Naccari, Scarcella, Famà ed io premiamo i ragazzi del colpo. E la festa continua, pranzo e dopo pranzo tra chiacchiere e qualche bicchiere, il comitato organizzatore convoca me Ciccio e Rocco, rappresentanti dell’Associazione, e ci consegnano con un assegno, i soldi raccolti con questa manifestazione, l’assegno è di € 3.250. Ragazzi ci siamo commossi , non è poco quello che è stato raccolto, è una bella somma di tutto rispetto, che metteremo a disposizione della ricerca e di chi individualmente ha bisogno, basta contattarci tramite mail a questo indirizzo        pesca.solidarieta@gmail.com        oppure visitando il ns sito www.amicisclerosimultipla.org .   Il Direttivo Luciano Mereu,Rocco Scarcella, Anna Callegaro ed io Fabrizio Fracassi, insieme ai ns più stretti collaboratori: Alessandra Mureddu, Ciccio Famà, Agostino Murgia Capello,Raffaele Guria, Sebastiano Sedda, Roberto Guidi e Piergiorgio Forcella, vogliamo ringraziare pubblicamente: i laghi Mella, nella persona del suo gestore Luigi Lamperti, che insieme a Enrico Bonzio, Roberto Agnelli, Paolo Naccari e Alessandro Donini, hanno organizzato per noi questa bellissima e riuscitissima manifestazione, i gestori del ristorante, Pietro e Nadia, la Mav Gas di Massimo Sartori e tutti i pescatori, amici e spettatori intervenuti in massa. Le società sportive: Asd laghi Mella- Spsd Brixia- Lenza Paradiso         Gli sponsor tecnici  Milo-Italica-Colmic-Betti sport Preston ed infine la Trabucco,rappresentata  dai ns amici di sempre e sempre in prima fila, Maurizio Fedeli e Maurizio Biolcati.   Un grazie particolare al maestro Mario Molinari, che ci segue dagli albori della nascita dell’Associazione e poi all’amico e ns testimonial, Giampiero Anelli in arte Drupi,  ti vogliamo bene Giampiero.   Poi dovuto e doveroso il ringraziamento va Silvio Fattori e a tutta la redazione di Pianeta Pesca, che ci permettono di raccontarci sulle loro pagine.   Vi aspettiamo tutti, la prima domenica di Novembre del 2017, per la seconda edizione di questa manifestazione, che verrà calendarizzata ogni anno e sempre la prima domenica, a partire dal prossimo novembre.

Un ringraziamento sentito e personale dal vs reporter   Fabrizio Fracassi

 

 

1 Trofeo ” Noi Amici della Sclerosi Multipla “

1° TROFEO “NOI AMICI DELLA PESCA PER LA SCLEROSI MULTIPLA”: UN SUCCESSO!!!

Sabato 30 aprile, a Monsummano Terme, presso il lago Borghese della FIPSAS, si è svolta la prima edizione di questa manifestazione benefica, nata con l’intento di raccogliere fondi, per la ricerca sulla sclerosi multipla. L’ Associazione Noi Amici della pesca per la sclerosi multipla, che vanta tantissimi soci sparsi in tutta la penisola, ha organizzato un evento bellissimo a cui hanno partecipato grandi nomi del panorama agonistico della pesca sportiva italiana.

13115587_1066076323453700_1198401055_n

Una giornata all’insegna della solidarieta’, dell’amicizia e dello sport. E bisogna dire che noi italiani, quando si tratta di queste importanti cause, non ci tiriamo mai indietro ed ancora una volta, è quello che hanno dimostrato tutti coloro che hanno partecipato a questa festa della pesca! Ho intervistato   Fabrizio Fracassi, presidente dell’associazione, a cui ho rivolto alcune domande sull’ottima riuscita di questo evento. Mi piace chiudere questo articolo, con il messaggio che Fabrizio, anche lui afflitto da questa malattia, lancia a tutto il mondo: “Noi stessi dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo! “

Per M.F.

Natascia Baroni

BARONI-51

Fabrizio, sabato si è svolto questo evento benefico presso il lago Borghese FIPSAS di Monsummano Terme, a cui hanno aderito tantissime persone e diversi big della pesca sportiva italiana.Tramite face book, ho visto che è stato un successone?

Vero è stato un successo, andato oltre ogni nostra aspettativa e siamo contentissimi, stanchi ma felici.

Addirittura hanno partecipato anche ragazzi provenienti dalla Sardegna?

Si ragazzi impagabili, il socio dell’associazione Luciano Mereu, Raffaele Guria ,titolare del negozio Dimensione Pesca di Nuoro e nostro sponsor, poi il pragmatico Agostino Murgia Capello, persona impagabile ed infine la peste del gruppo Sebastiano Sedda, ragazzo solare ed allegro. Ma devo citare anche due ragazzi venuti dalla Calabria, Carmelo Melini e Ciccio Famà, insieme all’altro nostro volontario venuto dall’Abruzzo, Piergiorgio Forcella. Ragazzi impagabili e con un cuore immenso.

Cosa mi dici sul campo di gara?

Non conoscevo il lago Borghese, e ti dirò che avevo le mie perplessità dopo averlo visto in foto, queste non rendono bene la realta’. Ma giovedi’ appena arrivati, sono rimasto sorpreso positivamente, bellissimo spoot per gareggiare ad alto livello, piazzole in cemento per i garisti, di una pulizia unica e l’accoglienza dei gestori, il sign. Guidi Giancarlo, con i suoi nipoti Cristina e Gabriele,ci siamo sentiti subito a casa. Spettacolare!!

Ci vuoi raccontare come si sono svolte le due gare, quella al colpo e quella di feeder e chi ha vinto?

La mattina della gara abbiamo avuto un pò di disguidi, con i sorteggi, avevamo invertito qualche nome, quindi un po’ di panico , ma con l’aiuto del giudice federale il Sign. Poli Stefano e’ rientrato tutto, meno male!!! La gara mi e’ piaciuta tantissimo per un aspetto particolare e penso unico, tu vivi nel mondo della pesca Natascia, conosci gli agonisti, quando suona la sirena di inizio gara, diventano macchine da guerra. Ma sabato no, si sono preparati con non chalance, hanno rispettato lo spirito della manifestazione, la solidarietà, e loro sono stati presenti consci di quello che stavano facendo. Grandi!!! Allora la gara al colpo e’ stata vinta da Stefano Ventisette della Nuova lenza Montecanitese ( Colmic ) con 24020 punti ed ottiene l’assoluto di giornata, secondo Pierluigi Capecchi dell’ A.P.D. Lenza Aglianese ( Colmic) con 17720 ed infine terzo e’ Simone Bolognini sempre dell’A.P.D. Aglianese( Colmic) con 12860. La gara aveva 4 settori da 10 atleti. Mentre nel feeder fishing, ottiene l’ assoluto Paolo Pistolesi della Lomcer con 28960 punti, secondo Ciampalini Gabriele dell’ A.S.D. P.F.P. con 25860 ed infine il terzo assoluto e’ stato Stefano Fabbri, della Lomcer con 21880. Qui avevamo 3 settori da 9 atleti.

Qual’ è stato il momento piu’ toccante di tutta la giornata?

C’e’ stato un momento particolare della giornata e molto emozionante che racchiude tutta l’essenza dello spirito del pescatore, erano le 8 circa del mattino, ed io ero a colloquio con il grande Enrico Bonzio, quando da dietro un gruppo di pescatori si sente una voce che lo chiama, con un marcato accento romagnolo, era il sig. Natale Battilega , si sono ritrovati dopo 42 anni, gareggiavano insieme negli anni ‘70. Ti confesso che mi sono commosso anche io, quando ho visto questi due signori della pesca abbracciarsi con le lacrime agli occhi. Bellissimo, quel momento e’ valso tutti i sacrifici fatti, aldilà di qualsiasi retorica!!

Chi vuoi ringraziare per la perfetta riuscita di questa manifestazione?

Sicuramente la F.I.P.S.A.S. nella persona del presidente Maurizio Natucci , che ci e’ sempre stato vicino, con diverse telefonate, e si e’ sempre assicurato che tutto procedesse per il meglio, splendida persona; poi i gestori del lago Borghese , il Sign. Guidi, simpaticissimo toscanaccio ma dal cuore tenerissimo,( lui sa ) con i suoi nipoti , la Cristina e Gabriele. Poi un ringraziamento ai big, che hanno risposto presente nonostante qualche impegno impellente del giorno dopo, grazie a Mario Molinari, sempre presente; Enrico Bonzio, a cui voglio un mondo di bene; Massimo Ardenti, romano come me ma simpaticissimo; Francesco Casini, nonostante un impegno particolare, ha partecipato con entusiasmo; Maurizio Fedeli, ragazzo schivo e di poche parole, ma generosissimo d’animo, un grande e poi anche Drupi, bravissimo cantante ed altrettanto bravo pescatore e Massimiliano De Pascalis, ragazzo simpaticissimo ed umile. Poi inaspettata ma graditissima, la visita di Jacopo Falsini e sembrava di essere ad una finale mondiale!! Ma non possiamo scordare loro i piu importanti, tutti gli agonisti iscritti alla manifestazione, ed erano tanti. Abbiamo ricavato circa 4.000 € tra donazioni e lotteria, che serviranno per aprire due centri di fisioterapia per disabili nella provincia di Padova, questo poi e’ lo scopo principe di queste manifestazioni. Ci tenevo a sottolinearlo.

Ed ora, organizzerete altre iniziative benefiche come questa?

Assolutamente si, la prossima si terrà in Sardegna, il periodo dovrebbe essere tra fine agosto ed inizi di settembre. Vi aspettiamo in tanti e so, perchè conosco quelle terre, che il popolo sardo rispondera’ alla grande.

Complimenti Fabrizio, a te ed a tutti i tuoi collaboratori. W LO SPORT!!

Voglio ringraziare Luciano Mereu, vice Presidente ed infaticabile organizzatore, un vulcano di idee; Rocco Scarcella, altro socio; Carmelo Melini, cresciuto con noi; Alessio Gariano, Ciccio Famà ,Piergiorgio Forcella, Agostino Murgia Capello, Sebastiano Sedda ed infine un uomo con cui vale la pena essere amici, Raffaele Guria. Ognuno di loro ha svolto e svolgerà il suo compito nell’associazione con dedizione e con il cuore. Grazie a tutti

 

 

13090368_1066076833453649_1470224916_n

 

13140527_1066076413453691_2012387190_n

13141129_1066076550120344_1319544190_n

13152696_1066076583453674_122616587_n

13153237_1066077100120289_801476859_n

13153278_1066076696786996_2104824600_n

13162078_1066076903453642_154604147_n

13162096_1066077010120298_1968003155_n