Prima manifestazione dell’Associazione a  Gombito   -Cremona-  . Articolo di Mario Molinari

Prima manifestazione dell’Associazione a  Gombito   -Cremona-  . Articolo di Mario Molinari

 

Con la collaborazione di Italica (main sponsor dell’associazione) e Trabucco, si è svolto l’incontro di Noi Amici per la Pesca per la sclerosi multipla, che sotto la guida di Fabrizio Fracassi, raccoglie fondi a sostegno della ricerca contro la sclerosi multipla. Divertirsi insieme aiutando gli altri è quanto più si può chiedere al nostro sport. Una giornata splendida di fine autunno ha voluto premiare tutti coloro che sono intervenuti a sostegno del lavoro del professor Massimiliano Calabrese del Laboratorio di Ricerca dell’Università di Verona. Sono intervenuti personaggi ben conosciuti nel mondo della pesca come Enrico Bonzio, Roberto Agnelli, e Maurizio Biolcati ,a riprova della loro sensibilità a queste chiamate. Un doveroso ringraziamento a Italica nelle persone del signor Giacomo Solza e della signora Maria Luisa Beltrame di Italica, e a Roberto e Andrea Trabucco, e a Roberto Agnelli di Pan &c Co. per il sostegno all’evento.

Il professor Calabrese ha recentemente emesso un comunicato, dopo la sua partecipazione alla riunione mondiale per la ricerca contro la sclerosi multipla, che qui riportiamo perché porta un raggio di sole per chi affetto da questa grave malattia.

“Cari Amici, all’Ectrims (Congresso mondiale Sclerosi Multipla che si e’ tenuto a Barcellona), dove abbiamo vinto il premio per il miglior poster 2015, tra oltre 1000 poster da tutto il mondo, insieme a Roberta Magliozzi abbiamo avuto stretti contatti con la Roche che ha presentato i dati di Ocrelizumab in anteprima. Ebbene abbiamo la PRIMA molecola che funziona anche contro le forme PROGRESSIVE di malattia. La ditta che la produce ci ha chiesto un incontro proprio per discutere degli sviluppi futuri. Ho chiesto di avere in anteprima il farmaco a disposizione a Verona saltando quindi tutta la lenta burocrazia europea ed italiana. Io e i miei colleghi lavoreremo per portarvi quanto prima questo rivoluzionario farmaco”.

Un arrivederci a tutti al prossimo evento.
Mario Molinari