4° Trofeo solidarietà e amicizia

REPORTAGE DAL LAGO OMODEO -ORISTANO-
4° TROFEO ” NOI AMICI DELLA PESCA PER LA
SCLEROSI MULTIPLA”
Il 18 ottobre C.A. , tutto il direttivo dell’Associazione è sbarcato in Sardegna, terra bellissima e amatissima a cui noi siamo legatissimi, manca all’appello solo Ciccio Famà, che nn ha potuto presenziare, lui sempre presente, per motivi di lavoro. Sicuramente ci è mancato moltissimo, ma siamo solo dei volontari, e prima di questa nobile causa, vengono sempre, prima, famiglia e lavoro. Fatta questa breve parentesi, a Cagliari,aeroporto Elmas, ci ritroviamo, io, Rocco Scarcella, Roberto Guidi ed il ns vice presidente Luciano Mereu. Breve spuntino e partenza per Nuoro, dove ci aspettano Alessandra Mureddu, Paolo Loi, Agostino Murgia, Sebastiano Sedda e Giovanni Gabizzosu. Ci troviamo tutti all’albergo Funtana e Donne ” Ottana” , abbracci, baci, 2 chiacchiere, ma il tempo è tiranno, già. Paolo, Rocco, Luciano, Roberto ed io, andiamo ad ispezionare il campo gara, tutto OK, ma c’è sempre un ma, vestito da imprevisto, siamo riusciti ad impantanarci con la Jeep di Paolo, ma niente panico siamo sardi. Il buio sopragiungeva, il cielo era di uno stellato incredibile, e noi eravamo li , in mezzo al nulla e senza speranza. Però è bastata una telefonata, e di li a poco, quel nulla si è popolato, in ns soccorso, Stefano Lai, presidente Acque interne Nuoro, Marco Mura, campione uscente regionale colpo, Marco Ziulu che ha portato dei suoi amici con un mega trattore, e nel frattempo, magicamente,a soccorso dei dispersi, è apparso del filu ferro (acqua vite tipica sarda ) e della birra, e che la festa abbia inizio. Ragazzi, risate a go go, incredibili sardi, incredibili davvero. Anche questa è solidarità, bellissima sensazione di benevolenza. Comunque siamo riusciti a tornare in albergo, e tutto è bene ciò che finisce bene. Un lungo riposo ci attende. La mattina di venerdì sveglia presto, si và verso Siniscola, mare , La Caletta, porto, e qui la cosa è veramente emozionante, un nutrito gruppo di ragazzi della Lenza Paradiso di Casalromano -MN- capitanati dal loro presidente e amico, Alfeo Zoni, coadiuvato dal grande Enrico Bonzio ( un nome, una garanzia) ed il responsabile della Nazionale Under 15, l’amico fraterno Andrea Vitelli, direttamente da Monsummano Terme -PT- , sono arrivati dal continente, pre prendere parte al ns 4° Trofeo di solidarietà. Immensi ragazzi, siamo fieri di averli ospitati e di aver onorato la loro presenza con una calda accoglienza. Anche qui tantissimi saluti, abbracci e scambi di battute, ma siamo un popolo di pescatori e quindi, sfoderiamo le canne e subito le lenze a mollo. E a chi la prima allamata? Manco a dirlo, Enrico Bonzio, non per niente capitano di lungo corso nelle varie Nazionali. E’ una festa generale, le abboccate e le catture si susseguono per tutti, anche per ragazzi che in mare non avevano mai pescato. Noi del direttivo siamo strafelici nel vedere questi ragazzi ( qualcuno anche un pò attempato ) godersi questa bellissima giornata di sole. Purtroppo il tempo scorre inesorabilmente, e dobbiamo fare rientro a Nuoro, dove siamo tutti ospiti a cena,dell’immenso Paolo loi e Alessandra Mureddu, Alfeo Zomi e Co. pensavano ad un certo punto di essere in un ristorante a 5 stelle, per come tutto era curato nei minimi dettagli. Non avevano torto, 34 commensali seduti a mangiare prelibatezze sarde preparate e cucinate con maestria da Paolo e Alessandra ( giuro erano solo loro 2 in cucina ), hanno onorato la ns tavola anche Domenico Milillo e signora, Presidente FIPSAS sez Nuoro, Stefano Lai Presidente Acque interne Nuoro ed infine Raffaele Guria anch’esso con la sua signora, vice presidente Acque interne Nuoro, e titolare del negozio di pesca e ns sponsor ” Dimensione Pesca Nuoro ” . Serata bellissima e di aggregazione e amicizia, allietata dal ns istrione e fratello Rocco Scarcella ( grande intrattenitore ). Finiamo tardissimo, ma felici e contenti, e nn facciamo in tempo a mettere la testa sul cuscino, che il trillio della sveglia, ci desta. Lavati e vestiti , tutti sul campo gara, giornata spettacolare, sole e 31 gradi, altro che autunno, e mentre la Lenza Paradiso con Andrea Vitelli, provano le varie tipologia di pesca, il buon Paolo ( Loi ) apre il bagagliaio della sua Jeep, e magicamente spuntano vettovaglie e cibo. Avreste dovuto vedere la faccia dei ragazzi, meravigliati e non pronti a questo tipo di accoglienza, vabbè poco importa, dai che è pronto da mangiare, il tutto annacquato da del buonissimo cannonao, minimo 14 gradi, e sotto il sole cocente, immaginate il resto. Ci si riaccinge a riprendere le canne in mano, fermi tutti, il caffè? E certo che si, moka, fornello a gas, et voilà, bollente, scuro e buonissimo, meglio di così. Arriviamo a sera, si riunisce il direttivo per gli ultimi accorgimenti sulla gara di domenica, 58 coppie a tecnica libera, un bel successo di presenze. Si ritorna a letto, e la sveglia suona di nuovo, è un giorno particolare per me, sono iscritto anche io in coppia con il ns socio Agostino Murgia, arriva il sorteggio e quando il giudice mi consegna il foglio, con il settore ed il n del picchetto, a stento ho trattenuto le lacrime, dal mio ultimo sorteggio e quindi ultima gara, sono passati ben 25 anni, una vita, e l’emozione prevaricava su tutto. Ma nn c’è tempo di lasciare spazio ai pensieri, mi accompagnano al picchetto, piazzo la mia sedia a rotelle, e Agostino si sistema alla mia sinistra. Si ode il suono della tromba, via tutti con le lenze in acqua, ognuno con la sua tecnica. Il ns settore risulta, se nn sbaglio, il più pescoso, dopo 3 ore e mezzo di gara, si va alla pesa, ed iniziano gli sfottò, nn sappiamo i risultati degli altri, ma siamo tutti felici, alla fine anche chi nn ha pescato nulla, con zero catture, era felice nell’animo, per aver partecipato a questo Trofeo di solidarietà ( il 2° in Sardegna) e non per primeggiare , com’è giusto che sia, ma per dare il proprio contributo alla ns causa, Ricerca & Aiuto . Bene, ritirata su tutta l’attrezzatura, tutti insieme ci dirigiamo al ristorante dell’albergo dove alloggiamo, per dare inizio al pranzo dell’Associazione. Menù fantastico, dopo si inizia con la premiazione, e c’è un regalo per tutti, c’è la lotteria, e questa volta anche noi come Associazione, facciamo una donazione, ci sembra giusto contribuire con la FIPSAS sez Nuoro, alla realizzazione di un piccolo ponte al lago Omodeo, per unire due tratti di terra divisi da un ruscello, e dove le macchine spesso e volentieri si impantanavano, ed aiutare la famiglia di Desirè, che vive a Capua -CE- la quale stà raccogliendo fondi per effettuare delle visite specialistiche a Barcellona, siamo stati interpellati, e noi siamo ben lieti di dare il nostro contributo, perchè questo facciamo, perchè questa è la nostra missione. Però come tutte le cose belle, finiscono, ed il martedi, facciamo, con il magone dentro, rientro in continente, ognuno nella propria destinazione. So many thanks Sardegna. We love Sardegna.
L’occasione ci è gradita per ringraziare Alessandro Scarponi e la redazione di Pesca In, la Lenza Paradiso , la Lomcer Montecatinese, la Sanyleg, Delizie della Sardegna, Gioielleria Ticca Nuoro, Regione Autonoma della Sardegna, La società Cagliari Calcio e Paolo Mureddu per le maglie autografate dei calciatori
Gli sponsor Tecnici : Tubertini, Colmic, Trabucco, GM Fishing di G. Mainardi e Oltremare Nuoro di R. Guria, ed infine un grazie particolare alla sez FIPSAS di Nuoro.
E poi Voi, Luciano, Alessandra, Paolo, Sebastiano, Raffaele, Giovanni ed Agostino, grazie per la vs immensa ospitalità e per il grande cuore che vi contradistingue.
Rocco, Roberto, Ciccio, Piergiorgio, grazie anche a Voi, che riuscite a sopportarmi, e grazie per il vostro impegno, Grazie a questa bellissima famiglia.

Report dalla Sardegna by Fabrizio Fracassi

 

https://www.facebook.com/noiamicidellapesca/